I FLOW DI UNA SESSIONE BREATHWORK

Scelta di una tecnica di respirazione:

Quando inizi il tuo viaggio nel respiro, la tua esperienza è solo per te. Ci sono molti modi per scegliere da dove cominciare e la chiave è seguire la tua intuizione. Non c’è un posto giusto o sbagliato per iniziare. Ogni respiro decide con quale tecnica vogliono praticare e con quale praticante desidera lavorare in base all’intuizione e all’esperienza.

IBF raccomanda che coloro che sono nuovi alla respirazione conttratta connessa partecipino a una sessione uno a uno o di gruppo con un professionista qualificato per il reietto. Il gruppo scientifico e di ricerca IBF offre una classificazione delle modalità di respirazione: l’ART del lavoro del respiro, che può aiutare a guidarvi.

  • Affidati alla tua intuizione per guidarti alla tecnica e al praticante che ti sosterranno al meglio.
  • Tutti i professionisti del respiro sono incoraggiati a delineare:
    • Quale tecnica stanno offrendo, l’intenzione o l’obiettivo di questa sessione specifica.
    • Quali altre modalità includerà la sessione (in particolare menzionando se sono coinvolti bodyo o tocco) e come interagiranno con il respiratore.

Il ruolo di un facilitatore o di un sitter:

  • Il lavoro di respirazione è comunemente praticato con un facilitatore, un sitter o un partner. Il loro ruolo è quello della presenza sostenuta, dell’accettazione incondizionata e del sostegno.
  • In alcune pratiche osserveranno anche e forniranno feedback per sostenere il respiratore nel loro processo. Questo può comportare tocco, istruzioni, affermazioni, contatto visivo o altre modalità.
  • Il loro ruolo NON è nell’orchestrazione della sessione. Confidano che la sessione si svolgerà come è destinata e agiscono solo con una chiara intenzione di sostenere il respiro.
  • Se un facilitatore o sitter fa qualcosa che non ti senti a tuo agio – continua a respirare. Alzate la mano per comunicare ciò di cui avete bisogno e confidate che accetteranno la vostra preferenza senza giudizio.

Il flusso di una sessione di respirazione connessa cosciente:

Preparazione:

  • Prima della sessione il leader creerà un ambiente sicuro e solidale.
  • Essi forniranno informazioni sulla pratica, cosa aspettarsi durante la sessione e ciò che ci si aspetta da voi. Vi inviteranno a fare domande.
  • Cercheranno il tuo consenso per lavorare con te nella loro tecnica specifica.
  • Potrebbero invitarti a creare un’intenzione positiva prima della sessione. Creare un’intenzione può aiutare a fornire attenzione e un’ancora per voi durante la pratica respiratoria.
  • Sei libero di lasciare una sessione durante la preparazione se non ritieni che sia giusto per te.

Attivazione:

  • La sessione inizia una volta che il respiratore collega il respiro e continua fino a quando questo modello di respirazione collegata è sostenuto.
  • Collegare consapevolmente il respiro crea uno stato alterato di coscienza e questo può accadere molto rapidamente.
  • Qualunque cosa succeda per voi durante la sessione è ciò che è richiesto, la vostra unica responsabilità è quella di continuare a respirare e onorare voi stessi.
  • Una volta collegato il respiro, la tua sicurezza e la sicurezza del resto del gruppo è responsabilità del leader della sessione fino a quando l’intero gruppo non ha completato il loro processo.
  • È la vostra scelta di interrompere la pratica respiratoria in qualsiasi momento, tuttavia si consiglia di rimanere nello spazio e non lasciare una sessione una volta che inizia la pratica respiratoria.

Rilascio:

  • Durante tutta la sessione, possono sorgere sensazioni fisiche, emozioni, pensieri ed esperienze spirituali. La pratica del respiro connesso cosciente è respirare attraverso queste esperienze ed essere presenti con loro con compassione. Qualunque cosa succeda, continua a respirare!
  • A volte accadrà un profondo cambiamento e potrebbe essere necessario che tu si rilasci tra le lacrime, le risate o il movimento. Il rilascio può creare una sensazione di catarsi.
  • A seconda della tecnica, il rilascio viene elaborato in modi diversi.
  • All’IBF onoriamo noi stessi e coloro che ci circondano con fiducia che tutto ciò che viene espresso è necessario e rilevante e continuiamo a respirare nel nostro processo.
  • A volte, un respiro entra in un ciclo di utilizzo del suono o del movimento al fine di evitare di provare una sensazione che sta sorgendo per loro durante la pratica respiratoria.
  • Solo il respiratore può sapere cosa sta succedendo all’interno della loro esperienza. Tuttavia, in alcune situazioni, un facilitatore può guidarti a respirare o tonificare. Questo non è per interrompere la vostra espressione, piuttosto un invito a tornare al respiro come strumento di guarigione per muoversi attraverso ciò che si sta vivendo.

Integrazione:

  • Verso la fine della sessione si può notare la musica che cambia come il leader trasforma il gruppo in un periodo di relax. Questo tempo è sacro, permettendo una profonda consapevolezza e intuizioni di svolgersi per il respiro.
  • L’integrazione è un processo attraverso il quale comprendiamo il significato totale e il valore di tutto ciò che è accaduto ed è una parte importante della pratica del respiro connessa. Spesso continua per ore o giorni dopo una sessione.

Dopo la sessione:

  • È importante bere molta acqua per reidratare e lasciare che tutte le tossine eliminate attraverso il respiro vengano rilasciate. Potresti sentirti stanco o eccitato, emotivo o gioioso. Qualunque cosa accada, sii gentile con te stesso e ascolta il tuo corpo.
  • In molte conferenze ed eventi di formazione ci sono diverse opportunità per la pratica di respirazione ogni giorno. È importante notare e onorare il tempo che potrebbe essere necessario tra una sessione e l’altra per elaborare e integrare.
  • Se viene attivato qualcosa e si desidera il supporto, è possibile avvicinarsi al leader del gruppo o il proprio facilitatore in qualsiasi momento. Spesso è utile respirare di nuovo e a volte non lo è. Vi invitiamo a diario, camminare, parlare e chiedere supporto se ne avete bisogno.

Compilato dalla dott.ssa Pippa Wheble & Dr Ela Manga, IBF Science & Research Group

Con gratitudine a Judee Gee, IBF Professional Member

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!